26 September 2017

La bambina quasi maghina

«Il libro parla di una bambina normale che non eccelleva in nessuna materia. Qualche volta le capitavano cose strane, ma non sapeva il perché. Alcuni dei suoi desideri si avveravano, ma non tutti. Un giorno incontrò un cagnolino ferito e lei pensò che sarebbe stato bello se lo avesse potuto guarire e se il cane poteva dirle cosa era successo. All’improvviso il cane le raccontò tutto e la zampa gli guarì e da allora stettero sempre insieme. Ma ancora i suoi desideri non sempre si avveravano e la bambina si chiedeva se era o non era magica. Allora il cagnolino le disse che forse era una “quasi maghina” e le chiese di desiderare che il canile brutto da cui era fuggito diventasse meraviglioso e che i suoi amici potessero essere felici. Questo suo desiderio si avverò. Il libro mi è piaciuto perché l’amicizia nata tra la bambina e il cagnolino mi ha commosso».

Mariadea Calabretta
3° C, I.C. Vittorio Alfieri (Plesso E. Codignola)

sito web estra