26 September 2017

Spillo il passero che non sapeva cantare

«Il libro parla di un passero che non sapeva cantare e quando ci provava gli altri uccelli preferivano non sentirlo, si strappavano gli orecchi. Così Spillo chiese aiuto al suo amico Vecchio Gufo Saggio che gli disse che bisognava trovare qualcuno che gli insegnasse come fare. Si rivolsero prima alle Comare Mucca e poi a Rosicchio Topolino, toccò poi a Mamma Anatra, ma niente da fare. Così Spillo andò in riva allo stagno e iniziò a cantare con la sua vocina gracidante. A un certo punto Ranocchio Verde gli fece i complimenti e gli propose di cantare insieme a lui. Finalmente, Spillo era capace di cantare. Il libro mi è piaciuto perché per ottenere quel che si vuole non ci si deve arrendere mai! ».

Mariadea Calabretta
3° C, I.C. Vittorio Alfieri (Plesso E. Codignola)

sito web estra