26 September 2017

Cose che nessuno sa

«Il mio voto a questo libro è dieci, perché mi fa capire quanto sia importante la figura del padre, soprattutto in questa fase dell’adolescenza. Anche se la protagonista viaggia da sola con un ragazzo alla ricerca del padre, a me piace lo stesso perché fa di tutto per trovarlo anche se rischia di morire in un incidente stradale. E’ proprio questo che li fa riunire, e questa è una cosa che mi rende molto felice. Il mio personaggio preferito è Margherita, la protagonista, perché è molto determinata nelle sue cose, e anche se non riesce cerca sempre di farcela. Infatti quello che mi ha colpito di più è il fatto che nonostante il padre l’abbia lasciate lei vuole trovarlo e non si ferma davanti a nessun pericolo. Questo libro lo consiglierei a tutte le mie amiche, perché è importante l’unità familiare e anche se questo dovesse venire a mancare dobbiamo fare di tutto affinché le cose si aggiustino. Non proprio come Margherita, ma dobbiamo far ragionare i nostri genitori. Per questo motivo consiglierei questo libro, anche perché è Molto bello e appassionante. “E Telemaco non era solo un ragazzo? Non se ne andò per mare? Poteva annegare, naufragare, perdersi…Sono i rischi del viaggio”. Questa frase mi piace molto, perché mostra la tenacia necessaria per affrontare ogni difficoltà».
Lucilla Liguori
III A, Benedetto XVI

sito web estra