28 July 2017

«Il voto che do al libro è dieci perché amo questo genere storico, mi rattrista molto, però, quello che hanno passato gli ebrei. Il personaggio che ho preferito è stata Anna, perché ha trovato tutta la forza di sopportare il dolore non soltanto fisico, ma anche mentale siccome era lontana dal papà e dal fratello. Il libro lo consiglierei a tutti perché sono sicura che lo apprezzerebbero molto. La frase, invece, che mi è piaciuta di più è: “ Chiunque è felice, renderà felice anche gli altri”. Questa frase l’ho preferita perché lei anche se triste dentro, mostra sempre di essere felice per non far soffrire la mamma e l’unica amica che avevano conosciuto in questo lungo e bruttissimo viaggio».

Benedetta Arabia
II F, I.C. V. Alfieri

sito web estra