28 July 2017

Il giorno degli eroi

«Il voto che do al libro è dieci perché già dalla prima pagina ho potuto notare quanto amore c’è per gli uomini verso la patria. Il personaggio che ho preferito è Silvio perché anche lui prese ruolo nell’esercito per riportare la pace. Silvio pensava che nel fare la guerra non c’era nulla di eroico, ma poi capisce che tutti erano eroi. I soldati aiutavano, infatti a far sopravvivere amici e familiari per poi ritornare a vivere in serenità. Il libro lo consiglierei a tutti, anche se questo genere può sembrare noioso e pesante, perché in realtà i lettori non sanno che si appassionerebbero già dal primo rigo. La frase che mi è piaciuta di più è: "E forse sarai costretto a un viaggio senza ritorno verso l’aperta frontiera della nostra antica terra, quando ogni uomo afferra un’arma ad una bandiera cantando con voce fiera qualche canzone di guerra". Mi è piaciuta perché descrive la consapevolezza di una mamma cosciente che il figlio non possa ritornare dalla guerra, e lui fiero, intanto, difenderà la sua patria cantando canzoni di guerra».

Benedetta Arabia
II F, I.C. V. Alfieri

sito web estra