26 September 2017

Il libretto rosso dei partigiani

«Il voto che do al libro è sette. Racconta tutte la “manovre”, le azioni per compiere vari sabotaggi e inoltre, tutte le avventure antifasciste dei partigiani. Ho dato sette perché non mi sembra un libro eccellente, ma una via di mezzo. Non c’è nessun personaggio che mi ha colpito perché parla di manuali. Il libro è storico, quindi lo consiglierei a tutti poiché una fase di storia del genere va conosciuta. La frase che ho preferito è”: bisogna usare tutto l’ingegno possibile per riservare agli italiani i prodotti della terra italiana”, una frase passata , ma contemporanea.»
Enrico Pedace
II D, Anna Frank

sito web estra