26 September 2017

Il tesoro dei delfini azzurri

«Un giorno cinque amiche, le Tea Sisters, dopo le lezioni, decisero di andare al mare. Appena iniziarono a pranzare, sentirono dei rumori strani, e poi capirono che erano delfini. Allora Nicky con la sua tavola da surf si avvicinò per vedere cos’era successo. Arrivata a riva spiegò alle amiche che il delfino più piccolo si era ferito. Una delle Tea Sisters, Paulina corse a prendere il telefono per chiamare il professore di biologia marina.
Appena arrivato si avvicinò con una piccola imbarcazione ai delfini e confermò che il delfino più piccolo aveva una ferita alla coda. Tornate a scuola le amiche coinvolsero i compagni e spiegarono quello che era accaduto. I compagni insieme alle Tea Sisters escogitarono un piano per restare sempre insieme ai delfini. Qualche giorno dopo, il rettore convocò nel suo studio i compagni e disse che avrebbe sospeso le lezioni per avere il tempo di stare con i delfini. Il giorno dopo gli amici andarono in un albergo vicino alla baia.
A cena Forinda, la proprietaria della locanda diventò triste e spiegò agli studenti che sarebbero stati gli ultimi clienti. La sera i ragazzi si ritrovarono sotto il portico della locanda. Tim pensò di raccontare la leggenda della coraggiosa Marian e spiegò che Willy l’ortiglia aveva perso un tesoro.
Le Tea Sisters decisero di cercare il tesoro e fù quello che fecero la mattina seguente. Gli amici di Blu, il delfino ferito, mostrarono alle amiche dove si trovava il tesoro e alla fine lo trovarono e lo consegnarono a Tim e Florinda. Il professore di biologia marina aveva una buona notizia per i ragazzi, cioè che Blu era guarito perciò, faceva una grande festa in onore di Blu e del tesoro ritrovato. Il libro mi è piaciuto perché adoro il mondo degli animali».
Gaia Tesoriere
V D, I.C. Giovanni XXIII

sito web estra