19 November 2017

 Le tre melarance

«C’era una volta un principe che non voleva sposarsi poiché voleva una moglie bianca come il latte e rossa come il sangue. Un giorno partì per cercare moglie. Lungo il cammino incontrò un vecchietto che gli diede tre melarance. Dalla prima uscì una fanciulla bellissima che gli chiese dell’acqua. Lui arrivò in ritardo e lei scomparve. Così successe pure con la seconda. La terza l’aprì vicino una fonte, bagnò la fanciulla che non scomparve. Nel frattempo una serva punse con uno spillo la fanciulla che si trasformò in colomba. Il principe pur non riconoscendola la portò al palazzo. Ogni giorno la colomba si presentava al palazzo. La serva capì e la uccise e il suo sangue fece crescere un albero di melarance. L’ultima melarancia la prese una vecchia dalla quale uscì una bellissima fanciulla. Il giorno del matrimonio il principe la vide, mandò via la serva e sposò la fanciulla. Il libro mi è piaciuto perché le persone cattive perdono sempre».

Francesca Arabia
3° B, I. C. V. Alfieri (Plesso E. Codignola)

sito web estra