26 July 2017

Resta dove sei e poi vai

«ll voto che do al libro è sei perché non mi ha trasmesso quell’emozione che di solito mi trasmettono i libri di questo genere. Il personaggio che ho preferito è stato Alfie perché pur essendo un bambino di cinque anni si mette a disposizione per la famiglia, quindi iniziò ad intraprendere un lavoro molto umile come il lustrascarpe, affinché portasse un po’ di soldi in più per vivere meglio. Solitamente i libri si consigliano se piaciuti e siccome questo mi ha un po’ annoiata non lo consiglio a nessuno. La frase invece, che ho preferito è: "sarebbe uno spreco di soldi". Mi ha colpito perché posso solo immaginare quanto erano diventati poveri. Lo erano a tal punto che pur di non sprecare i soldi morivano di freddo dal momento che la legna e il carbone costavano molto, quindi il fuoco lo accendevano la mattina appena svegli e la sera».
Benedetta Arabia
II F, I.C. V. Alfieri

sito web estra