26 September 2017

Sei ciccia per gatti

«Mentre era nel suo ufficio, Geronimo Stilton vide un piccione che fischiettava sulla finestra ed aveva attaccato sulla zampa una lettera che proveniva dall’isola dei gatti; è proprio su quest’isola che si svolge tutta l’avventura. Qui l’imperatore Gattardone III De Gattardis, per fare soldi, organizzò una gara tra i migliori lottatori. Gattardone, però, voleva vincere il primo premio, cioè mettere sotto i denti il povero Stilton e così, iniziò ad imbrogliare vincendo ogni round. Conquistò il primo premio che arrivò dentro un baule, ma al posto del topo c’erano le pulci. Gli spettatori, presi dal panico, rimandarono il baule al mittente, cioè Stilton. Le pulci gli chiesero ospitalità e rimasero con lui una settimana. Ho trovato il libro molto divertente, soprattutto la parte in cui Trappola, cugino di Geronimo, ha l’idea di mettere le pulci nel baule per prendersi gioco dell’imperatore Gattardone».

Daniel Magnelli
5°B, I. C. V. Alfieri

sito web estra