19 November 2017

Vuoi essere mio amico?

«C’era una volta un riccio di nome Spillo che cercava un posto dove fermarsi e trovare un vero amico. Poi capitò in una fattoria e gli piaceva, ma arrivò di corsa un cane che lo spaventò e lui si arrotolò come fanno tutti i ricci. Lui pensava che il cane voleva azzannarlo, allora proseguì per la sua strada. Incontrò un pavone vanitoso che per essere suo amico doveva ripetere sempre “fantastico” ogni volta che apriva la coda, ma il riccio non aveva voglia di fargli i complimenti e se ne andò. Arrivò allo stagno e incontrò le anatre, ma per essere loro amico doveva nuotare e lui non sapeva nuotare. Così le anatre lo presero in giro e se ne andarono. Incontrò poi un topolino che per essere suo amico doveva fargli da servo e il riccio se la filò via. All’improvviso gli apparve una volpe che lo accolse con un sorriso, però il riccio si accorse che tutti gli animali che incontrava, quando vedevano la volpe, scappavano. Allora a Spillo venne un dubbio, ovvero che la volpe lo voleva mangiare, e si arrotolò per lo spavento. La volpe lo buttò in acqua. Improvvisamente venne il cane, lo salvò e diventarono amici. Il libro mi è piaciuto perché è avventuroso».
Alessia Laterza
2° B, A. Rosmini

sito web estra